chicago86

L'I.W.W. La sua storia, struttura e metodi - La seconda convenzione

Indice
L'I.W.W. La sua storia, struttura e metodi
Il preambolo originale dell'I.W.W.
La seconda convenzione
Il preambolo dell'I.W.W.
La struttura dell'I.W.W.
Schema generale
Metodi e tattica dell'I.W.W.
Le lotte dell'I.W.W.
Vari scioperi del 1912-1917
La lotta per la libertà di parola
Manifesto dell'unione industriale
Tutte le pagine

La seconda convenzione

La seconda convenzione dimostrò che l'amministra­zione dell'I.W.W. era nelle mani di uomini che non erano in accordo con il programma rivoluzionario di essa. Degli ufficiali generali, solamente due erano sinceri — W.E. Trautman e John Riordan, membro della Commissione Esecutiva.

La lotta per il controllo dell'organizzazione aveva già diviso la seconda convenzione in due campi. La maggioranza era nel campo rivoluzionario. Il gruppo reazionario, che controllava la presidenza, tentò usa­re l'ostruzionismo per ottenere il controllo della convenzione. Tentarono di ritardare l'apertura della convenzione per indurre una buona parte di delegati ad andarsene onde dirigere loro stessi i lavori della convenzione. I rivoluzionari risolsero il problema abo­lendo l'ufficio della presidenza e scegliendo fra i loro ranghi un "chairman" provvisorio.

In codesta lotta le due tendenze socialiste si schie­rarono dalla parte opposta.

La seconda convenzione aggiunse al preambolo il seguente emendamento:

"Senza però, appoggiare o chiedere l'appoggio, di qualsiasi partito politico."

Fu eletta una nuova Commissione Esecutiva. Dopo la chiusura della convenzione, i vecchi ufficiali si impossessarono della sede centrale dell'organizza­zione, servendosi dell'aiuto di poliziotti e "detectives", e forzando i rivoluzionari a provvedersi di nuovi uffici. Ed i rivoluzionari fecero molto malgrado il fatto che non ebbero a loro disposizione i fondi dell'organizzazione e che dovettero dipendere dalle finanze di varie locali.

Gli ufficiali della W.F.M. sostennero la vecchia amministrazione per un certo tempo, finanziariamen­te ed attraverso l'influenza del loro organo ufficiale. Altrettanto fecero quelli dell'amministrazione e della stampa del Partito Socialista. Gli elementi radicali nella W.F.M. riuscirono finalmente a forzare gli ufficiali a ritirare il loro appoggio. I vecchi ufficiali dell' I.W.W. furono indotti ad abbandonare ogni pretesa sopra l'organizzazione.

L'organizzazione entrava nel suo secondo anno di vita affrontando una situazione più critica di prima. Malgrado questo riuscì a stabilire di nuovo la sede centrale, ed a sostituire il suo organo mensile con un settimanale.

Durante il secondo anno i membri dell'I.W.W. sostennero varie  lotte acerbe nel campo economico.

La terza convenzione dell'I.W.W. ebbe poca im­portanza. Fu però in questa convenzione che i po­liticanti socialisti palesarono di volere piegare l'or­ganizzazione ai loro scopi, ed un piccolo sforzo fu fatto per respingere il tentativo.

La quarta convenzione risultò in una rottura fra i politicanti e gli unionisti industriali, perché gli ultimi non vollero permettere ai primi di dominare l'organizzazione.

Il Preambolo fu rivisitato da leggersi come segue:



You are here: Archivio Storico Miscellanea (arch. stor.) Miscellanea L'I.W.W. La sua storia, struttura e metodi - La seconda convenzione

News lotte in corso

News dal ventre della balena

News feedback