chicago86

L'I.W.W. La sua storia, struttura e metodi - La lotta per la libertà di parola

Indice
L'I.W.W. La sua storia, struttura e metodi
Il preambolo originale dell'I.W.W.
La seconda convenzione
Il preambolo dell'I.W.W.
La struttura dell'I.W.W.
Schema generale
Metodi e tattica dell'I.W.W.
Le lotte dell'I.W.W.
Vari scioperi del 1912-1917
La lotta per la libertà di parola
Manifesto dell'unione industriale
Tutte le pagine

Lotte per la libertà di parola

La città di San Diego, Cal., fu la scena d'una lotta accanita e brutale per la libertà di parola, in cui parteciparono gli I.W.W. ed il locale del par­tito socialista. Nella lotta due membri dell'I.W.W. persero la loro vita, cadendo vittime della brutalità poliziesca. La lotta non fu coronata da successo.

Vi furono anche delle lotte per il diritto di riu­nione e di parola a Denver, Sioux City, Kansas City, Omaha e Des Moines, ove i lavoratori riuscirono a conservare quel loro diritto cosi sovente conte­stato dalla borghesia invadente e liberticida.

L'I.W.W. attualmente (primo Gennaio, 1921) è divisa in sei Dipartimenti e 29 Unioni Industriali, delle quali solamente le seguenti hanno un numero ri­levante di aderenti:

Agricoltori  ...................................   Unione 110

Boscaiuoli   ...................................         "     120

Minatori di Metalli........................        "     210

Minatori di Carbone.....................         "     220

Costruttori   ......................................... "     310

Tessitori  .......................................         "     410

Metallurgici   ....................................... "     440

Lavoratori del Vitto  ............................ "     460

Lavoratori del mare............................. "     510

Ferrovieri    .......................................... "     520

 

Le altre Unioni Industriali sono ancora in forma embrionale e sono gestite temporaneamente da un segretario solo, finché non avranno raggiunto la forza necessaria per stabilire e mantenere le rispet­tive  amministrazioni.

La grande maggioranza dei membri dell'I.W.W. oggi derivano dalla mano d'opera inesperta. Molti di essi sono dei lavoratori migratori che viaggiano da un luogo all'altro secondo le varie stagioni di lavoro, e talvolta sono costretti a troncare le loro relazioni con l'organizzazione per mesi alla volta. I membri dell'I.W.W. attualmente ammontano a circa 100.000, senza contare i morosi e quelli che temporaneamente si allontanano dall'organizzazione. L'I.W.W. ha però nella sua breve esistenza elargito più di 600.000 tessere, e molti lavoratori hanno ancora nel cuore le reminiscenze delle lotte eroiche combattute sotto le sue bandiere.

L'abitudine comune di esagerare il numero di aderenti dell'I.W.W. non incontra la nostra approvazione, poiché la classe nostra deve sempre risolvere i suoi problemi in base alla realtà senza illusioni di sorta. È assolutamente necessario, per potere es­sa misurare correttamente le sue forze di fronte ad ogni intrapresa che si presenta.

Come si vede, questa organizzazione ha avuto nel passato una esistenza piena di lotte continue, molte di carattere interno e provocate da vari elementi ispirati da motivi divergenti. Il suo futuro vedrà lotte ancora più aspre, e noi non vogliamo che sia diver­samente. Anche le lotte interne esisteranno nel fu­turo come nel passato. La classe dominante sa be­nissimo che la migliore tattica per demoralizzare gli organismi proletari rivoluzionari è quella di te­nerli occupati con delle risse interne.

Man mano che gli operai acquisteranno esperienza attraverso il contatto pratico con i loro problemi di classe essi impareranno a conoscersi e tollerarsi a vicenda e le quistioni interne spariranno. Allora fal­lirà anche questa arma della borghesia, poiché i lavoratori non si lasceranno più dividere nel campo ove sono coinvolti i loro interessi di classe.

Il futuro è dell'I.W.W.; l'artigianato è già cosa del passato e la produzione meccanizzata rende la mano d'opera inesperta il fattore essenziale nella produzione moderna. I lavoratori non possono più agire in piccoli gruppi con successo; essi debbono organizzarsi ed agire sulle linee di classe.

Noi intravediamo già il giorno in cui il proletaria­to organizzato del mondo deciderà nelle sue Unioni le sue condizioni di vita ed i destini dell'umanità intera.



You are here: Archivio Storico Miscellanea (arch. stor.) Miscellanea L'I.W.W. La sua storia, struttura e metodi - La lotta per la libertà di parola

News lotte in corso

News dal ventre della balena

News feedback