chicago86

Dal ventre della balena

Interventi E. Natali e M. Cappellini della Piaggio al direttivo Fiom di Pisa

Intervento M. Cappellini della Piaggio al Direttivo FIOM Pisa marzo 2017

e-max.it: your social media marketing partner

L'8 marzo di due delegate FIOM

Sui provvedimenti disciplinari aperti dalla CGIL in Piaggio e Continental.

Nelle due più grandi fabbriche della Provincia di Pisa, Piaggio e Continental, le lotte sindacali hanno prodotto un gruppo di delegati che da molti anni riscuotono la fiducia dei lavoratori e che oggi aderiscono alla corrente di minoranza della CGIL, Il sindacato è un'altra cosa – OpposizioneCgil. Di loro, quattro sono donne, e sono le sole delegate FIOM in queste due fabbriche.

Non c'è bisogno di ricordare quanti sacrifici in più siano richiesti a una donna per svolgere questa attività. Anche per questo si potrebbe pensare che gli organi dirigenti della FIOM abbiano il massimo interesse al riconoscimento del loro lavoro, ma non è` precisamente così. Il fatto è che queste delegate stanno dalla parte dei lavoratori, sempre. Anche quando nelle assemblee vengono contestati i dirigenti sindacali, quando i lavoratori rivendicano il diritto di decidere sulle proprie vertenze, quando dicono NO al Contratto Nazionale, come hanno fatto in grande maggioranza sia alla Piaggio che alla Continental.

e-max.it: your social media marketing partner

Intervento di Michela Ruffa al Comitato Direttivo FIOM Pisa del 7 febbraio 2017

Riceviamo e pubblichiamo:

Credo che in questa sala ci sia anzitutto un problema di rispetto delle opinioni altrui. Ad ogni intervento di un membro dell'area Sindacatoaltracosa infatti il Segretario Generale Marco Comparini sghignazza e fa le risatine e la platea lo segue con risate, battute e musiche coi cellulari.

Credo che si reagisca così anche quando si ha paura di far emergere punti di vista diversi dal proprio ed è evidentemente un'espressione di insicurezza cercare di sminuire, ridicolizzare e limitare chi la pensa in modo diverso. La realtà però è questa: all'interno della CGIL esiste un'area congressuale con un punto di vista diverso dal vostro e, volenti o nolenti, lo dovete accettare, farci i conti e lasciare che i suoi membri esprimano la propria opinione, perché questo vuole la democrazia.

e-max.it: your social media marketing partner

Rivendicare gli interessi dei lavoratori

Riceviamo e pubblichiamo:

Il tempo passa e la situazione dei lavoratori in Continental continua a peggiorare:
- i carichi di lavoro sono aumentati in tutti i reparti e le condizioni di sicurezza sono ormai al limite;
- l'eliminazione delle figure di riferimento lascia soli i lavoratori di fronte a ogni problema;
- i lavoratori interinali entrano ed escono continuamente. Non sono stati assunti stabilmente nemmeno quelli che lavorano dal 2007;
- ferie e PAR sono a totale discrezione dell'azienda;
- il premio di risultato è ancora quello del 2005.

Negli ultimi mesi la maggioranza della RSU non ha fatto NIENTE su NESSUNO di questi problemi e non risponde a nessuno. Di fronte alle tante critiche e richieste che sono venute nelle assemblee dei lavoratori, e che si sono anche espresse molto chiaramente con il massiccio NO al Contratto Nazionale, la RSU non fa che nascondersi.

e-max.it: your social media marketing partner

Abbiamo 69mila buone ragioni!

L'assemblea dei delegati e delle delegate del 24 gennaio 2017 a Firenze.

Abbiamo 69mila buone ragioni!
Rilanciamo una campagna per la difesa delle condizioni di lavoro e il diritto al dissenso.

Nella assemblea del 6 dicembre a Firenze abbiamo lanciato la campagna per il NO al ccnl dei metalmeccanici firmato da FIM FIOM e UILM, sapendo che ci sarebbe stata negata qualsiasi agibilità e che sarebbe quindi stato difficile far arrivare ai lavoratori e alla lavoratrici la nostra posizione. I 69mila voti contrari all’accordo ci restituiscono altrettante buone ragioni per dare continuità a quell’appuntamento.Per questo ci siamo rivisti il 24 gennaio sempre a Firenze, invitando tutti quelli che hanno sostenuto la campagna per il NO a questo accordo a proseguire il confronto e dare una prospettiva alle nostre posizioni. Hanno partecipato oltre 80 delegati e delegate di tanti territori e fabbriche importanti, in particolare di GKN, Same, Fincantieri di Palermo e di Marghera, Fincantieri di Palermo e di Marghera, Piaggio, Continental, Motovario, Bonfiglioli, Ducati, IBM, Electrolux, Magneti Marelli di Napoli e Corbetta, Motori Minarelli, Brembo, Danieli, Piombino, INNSE e tanti altri di realtà più piccole tra Pisa, Lucca, Firenze, Venezia, Padova, Modena, Bologna, Parma, Bergamo, Brescia.

e-max.it: your social media marketing partner

Un contributo alla discussione per l'assemblea del 24 a Firenze

Contributo in preparazione alla riunione del 24 gennaio dell'area metalmeccanica de "il Sindacato è un'altra cosa"

La conclusione e i contenuti del CCNL hanno posto con chiarezza e reso ineludibili i problemi, accumulati negli ultimi anni, di fronte a cui si trovano i delegati attivi nelle fabbriche. Come praticare un'azione sindacale coerente è la questione aperta e all'ordine del giorno: le sue possibilità e le sue prospettive devono essere al centro della nostra discussione.

Il Referendum sul CCNL ha già dimostrato che una gran parte degli operai delle grandi e medie fabbriche ha coscienza della condizione in cui sono stati messi e del fatto che i dirigenti sindacali hanno abbandonato la difesa di loro interessi fondamentali.

e-max.it: your social media marketing partner

Pagina 1 di 47

You are here: Dal ventre della balena

News archivio storico

News lotte in corso

News dal ventre della balena

News feedback