chicago86

Dal ventre della balena

Sugli scioperi di autunno

Il 27 ottobre ed il 10 novembre due scioperi generali promossi dai sindacati di base.

Per una lotta di massa contro la Fornero, per la ripresa di una conflittualità diffusa.

Il movimento di classe nel nostro paese rischia di caratterizzarsi in questa fase soprattutto per le proprie empasse e divisioni. Da una parte governo e padronato proseguono compatti la propria offensiva contro i diritti e contro il salario globale, sia sul piano generale delle politiche economiche, sia nello specifico contrattuale dei diversi posti di lavoro. Dall'altra la Cgil, presa dalle diatribe della sua maggioranza, dalle tentazioni di ricostruire un rapporto con il PD, dalla testarda ricerca di un impossibile accordo di fase con Confindustria, parla ma non agisce: dichiara anche esplicitamente le proprie perplessità sulle scelte governative e confindustriali, ma non costruisce né uno sciopero, né concrete iniziative di lotta. In mezzo i sindacati di base provano a rilanciare la mobilitazione, dividendosi però su astruse linee di faglia, comprensibili solo ad una ristretta avanguardia di lavoratori e lavoratrici, e proponendo conseguentemente scioperi di propaganda contrapposti tra loro.

e-max.it: your social media marketing partner

Legge di stabilità. La Cgil dichiari sciopero!

Regali alle imprese e niente risorse per le pensioni.

scarica il volantino in PDF –

Entro novembre la Legge di Bilancio sarà approvata: ci saranno risorse per la decontribuzione dei nuovi assunti, cioè altri regali alle imprese, ma niente per fermare l'aumento automatico della Fornero, né il primo scatto (quello che partirà subito a gennaio del 2018 e porterà la pensione di vecchiaia a 66,7 anni per tutti, uomini e donne), né il secondo (quello che del 2019 che recepirà i dati Istat sull'aumento dell'aspettativa di vita e che porterà sia la pensione di vecchiaia che quella di anzianità a aumentare di altri 3 o 4 mesi, a seconda di quali saranno i dati defintivi dell'Istat). Insomma, si andrà in pensione a 67 anni. Il peggior sistema pensionistico in Europa!

e-max.it: your social media marketing partner

A che punto siamo sull'integrativo

La farsa della Piattaforma per l'Integrativo e del Referendum di Luglio sta arrivando al suo secondo atto: la maggioranza della RSU e i dirigenti provinciali e nazionali di FIM FIOM e UILM, dopo la solita firmetta sulla solidarietà, incontreranno la Piaggio comportandosi come se avessero una Piattaforma approvata e il mandato dei lavoratori.

Siamo costretti a ricordare a tutti:
- che il Referendum di Luglio non ha raggiunto il quorum del 50 per cento e che mai nella storia sindacale una Piattaforma aziendale è stata considerata approvata senza quorum.

e-max.it: your social media marketing partner

CGIL: niente sciopero generale sulle pensioni. Un errore enorme

Solo un presidio con CISL e UIL davanti alle prefetture di sabato mattina

Cgil Cisl e Uil hanno annunciato una giornata di mobilitazione contro la Legge di Bilancio che, ormai a brevissimo, sarà approvata. Ma niente sciopero generale. Soltanto presidi davanti alle prefetture il 14 ottobre, sabato mattina. Un copione purtroppo già visto, del tutto fuori dalla portata dello scontro e meno ancora delle 3 misere e sciagurate ore di sciopero messe in campo nel 2011 all'epoca della legge Fornero.

Eppure il governo ha detto con assoluta chiarezza che non ci sono le risorse per fermare l'aumento automatico della Fornero, né il primo (quello che scatterà subito a gennaio del 2018 e porterà la pensione di vecchiaia a 66,7 anni per tutti, uomini e donne), né il secondo (quello che scatterà nel 2019 se saranno confermati i dati Istat sull'aumento dell'aspettativa di vita e che porterà sia la pensione di vecchiaia che quella di anzianità a aumentare di altri 3 o 4 mesi, a seconda di quali saranno i dati defintivi dell'Istat).

e-max.it: your social media marketing partner

La Cgil dichiari subito lo sciopero generale per le pensioni!

Fermare la legge Fornero e abbassare l'età pensionabile

Nelle conclusioni della Assemblea Generale nazionale a Lecce, la segretaria generale della Cgil ha invitato le Rsu a prendere posizione contro l'aumento dell'età pensionabile che scatterà automaticamente a gennaio, per dare forza alla posizione della Cgil nel confronto con il Governo.

Ben venga che le Rsu prendano posizione. Meglio ancora se, come accadeva un tempo, ci fossero scioperi spontanei nei posti di lavoro.

Il punto però è che, in questa situazione, è quasi paradossale che la Cgil auspichi l'intervento dal basso, mentre dal vertice non si muove ancora niente. Sia la Cgil a lanciare una grande mobilitazione per fermare la legge Fornero e abbassare l'età pensionabile. E se non lo fa la Cgil, lo facciano le categorie. Ogni giorno che passa senza una presa di posizione conflittuale su questo tema da parte della Cgil e delle sue categorie è un giorno perso.

e-max.it: your social media marketing partner

Piaggio – Sulla piattaforma per il contratto aziendale

comunicato dell'assemblea degli iscritti FIOM in Piaggio

Mai avevamo assistito in Piaggio a niente di simile a quello che hanno messo in piedi le Segreterie territoriali di FIOM, FIM e UILM con la complicità della maggioranza della RSU.

Finte Assemblee di discussione sui contenuti rivendicativi , all'inizio di Luglio, col solo scopo, di assumersi il compito di scrivere la Piattaforma, senza però chiederne il mandato esplicito ai lavoratori. Una Piattaforma che era, in realtà, già bella e pronta, come è chiaro oggi

Un Referendum in fretta e furia, a ridosso delle ferie, in cui lavoratori sono costretti a votare SI o NO ad una piattaforma calata dall'alto e dopo una sola Assemblea d'informazione in cui, forse, lasceranno la parola per qualche minuto a chi è contrario Una Commissione elettorale in cui hanno VIETATO la presenza di quelli contrari alla Piattaforma

e-max.it: your social media marketing partner

Pagina 4 di 53

You are here: Dal ventre della balena

News dal ventre della balena

News feedback