chicago86

Dal ventre della balena

9-10 giugno, metalmeccanici. Si faccia come in Francia o sarà a un contratto a perdere sindacatoaltracosa in FIOM

PRETENDIAMO CHIAREZZA INTRANSIGENZA E CONTINUITA'. Scarica il volantino. Nei prossimi giorni i metalmeccanici e le metalmeccaniche scioperano. La Fiom, insieme a Fim e Uilm, ha infatti indetto il blocco degli straordinari (già da sabato 28 maggio e poi sabato 11 giugno), 4 ore di sciopero articolato in fabbrica e 8 ore di sciopero generale con manifestazioni regionali per giovedì 9 e venerdì 10 giugno.

Vi parteciperemo e saremo in prima linea, come sempre, per respingere l'attacco di Federmeccanica al contratto nazionale, ai nostri diritti e al nostro salario. Non nascondiamo però i limiti di questa vertenza e più in generale della mancanza di una mobilitazione della Cgil, resa tanto più evidente dalla lotta dei lavoratori e delle lavoratrici francesi, che a pochi chilometri da noi, bloccano il paese da settimane con picchetti e scioperi a oltranza.

e-max.it: your social media marketing partner

Distribuzione cooperativa. Diritti in vendita?

Comitato promotore di Class Unions (operai Gkn e Cso Firenze) - Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Si apprende dal comunicato della Filcams del 20 maggio scorso, e dal Verbale d'intesa firmato da organizzazioni sindacali e Cooperative, che la trattativa per il rinnovo del Contratto Nazionale delle coop riprende con un'intesa inqualificabile: in cambio di un anticipo salariale di 200 euro la possibilità di un negoziato che affronti "tutti i temi posti dalle parti senza pregiudiziale alcuna".

Continua a leggere sul volantino

e-max.it: your social media marketing partner

28 maggio. Sciopero della grande distribuzione. Serve lo sciopero generale!

Facciamo come in Francia! Per il ccnl e il lavoro, serve lo sciopero generale.

Scarica il volantino.

Diciamo un forte NO ai padroni di federdistribuzione e alle loro richieste improponibili.
– No ai miseri 85 euro lordi di aumento!
– No al biennio di vacanza contrattuale a costo zero!
– No alla possibilità unilaterale aziendale di bloccare gli aumenti dopo due bilanci in rosso!
– No a nuovi enti bilaterali per sanità e pensioni!
– No a possibili demansionamenti in base ai voleri padronali!

Sono questi i motivi principali per cui dire NO a Federdistribuzione. Un settore che complesssivamente fa utili, ma vuole guadagnare ancora di più sulle nostre spalle. NO a stipendi da fame ed alla perdita di ulteriori diritti. NO ad ulteriore flessibilità, che significa maggior precarietà.

e-max.it: your social media marketing partner

Piaggio. L'autoritarismo che licenzia per facebook

La Piaggio licenzia due operaie per uno sfogo (innocuo) contro la gerarchia aziendale, postato su facebook, con la motivazione ipocrita che è venuto in questo modo meno il rapporto di fiducia tra azienda e lavoratore.

L'attacco alle garanzie e ai limiti previsti fino a ieri dallo statuto dei lavoratori (divieto di telecamere sul posto di lavoro, divieto di controllo sull'utilizzo anche dei computer aziendali) si è spinto fino a autorizzare lo spionaggio di opinioni espresse anche in ambiti ristretti, fino a colpire i lavoratori anche per uno sfogo contro le pressioni, l'oppressione e la mancanza di riguardi che le gerarchie aziendali dimostrano in fabbrica nei loro confronti.

e-max.it: your social media marketing partner

Documenti presentati il 12 maggio all'assemblea nazionale

Dichiarazioni e documenti dell'assemblea del 12 maggio:

- contributo di Sergio Bellavita: "La Cgil ha chiuso l'opposizione, Io non ci sto"

- documento "Contro la repressione, per il pluralimo e il rilancio dell'opposizione di classe in Cgil. Ricomponiamo le lotte e riprendiamo la mobilitazione generale" primi due firmatari Eliana Como e Luca Scacchi

- documento "Rilanciamo la battaglia di opposizione in Cgil" primi firmatari Mario Iavazzi, Paolo Brini, Paolo Grassi

e-max.it: your social media marketing partner

Gkn. Rilanciare la sinistra sindacale dai luoghi di lavoro

Mandando questo intervento scritto che avevamo preparato per l'assemblea nazionale dell'area del 12 maggio e che è stato la base per il nostro intervento nel dibattito lì svolto, dichiaramo anche la nostra adesione al documento "Contro la repressione, per il pluralimo e il rilancio dell'opposizione di classe in Cgil. Ricomponiamo le lotte e riprendiamo la mobilitazione generale", prima firmataria Eliana Como.
Riteniamo che con la sua uscita dalla Cgil il compagno Bellavita commetta un grave errore prestandosi esattamente al gioco della maggioranza Cgil.

Né il licenziamento di Sergio Bellavita, né la dichiarazione di incompatibilità di 17 delegati del gruppo Fca sono fatti riconducibili alla sfera personale.
Le misure disciplinari e organizzative recentemente prese dal gruppo dirigente Cgil e Fiom non danneggiano dei singoli individui, né una singola area sindacale. Esse attaccano dei principi, creano dei precedenti. Ed è su questo che è necessario focalizzarsi.

e-max.it: your social media marketing partner

Pagina 8 di 49

You are here: Dal ventre della balena

News archivio storico

News lotte in corso

News dal ventre della balena

News feedback