chicago86

Dal ventre della balena

Documenti presentati il 12 maggio all'assemblea nazionale

Dichiarazioni e documenti dell'assemblea del 12 maggio:

- contributo di Sergio Bellavita: "La Cgil ha chiuso l'opposizione, Io non ci sto"

- documento "Contro la repressione, per il pluralimo e il rilancio dell'opposizione di classe in Cgil. Ricomponiamo le lotte e riprendiamo la mobilitazione generale" primi due firmatari Eliana Como e Luca Scacchi

- documento "Rilanciamo la battaglia di opposizione in Cgil" primi firmatari Mario Iavazzi, Paolo Brini, Paolo Grassi

e-max.it: your social media marketing partner

Gkn. Rilanciare la sinistra sindacale dai luoghi di lavoro

Mandando questo intervento scritto che avevamo preparato per l'assemblea nazionale dell'area del 12 maggio e che è stato la base per il nostro intervento nel dibattito lì svolto, dichiaramo anche la nostra adesione al documento "Contro la repressione, per il pluralimo e il rilancio dell'opposizione di classe in Cgil. Ricomponiamo le lotte e riprendiamo la mobilitazione generale", prima firmataria Eliana Como.
Riteniamo che con la sua uscita dalla Cgil il compagno Bellavita commetta un grave errore prestandosi esattamente al gioco della maggioranza Cgil.

Né il licenziamento di Sergio Bellavita, né la dichiarazione di incompatibilità di 17 delegati del gruppo Fca sono fatti riconducibili alla sfera personale.
Le misure disciplinari e organizzative recentemente prese dal gruppo dirigente Cgil e Fiom non danneggiano dei singoli individui, né una singola area sindacale. Esse attaccano dei principi, creano dei precedenti. Ed è su questo che è necessario focalizzarsi.

e-max.it: your social media marketing partner

Camusso conferma Landini: licenziato per sempre

È una sentenza difficile da digerire quella che la segreteria nazionale Cgil ha emesso nei miei confronti. Secondo Susanna Camusso non posso più ricoprire incarichi in nessuna struttura della Cgil, né di categoria, né confederale, né nazionale né di territorio. Sergio Bellavita non potrà più fare il sindacalista. La sentenza, dopo che nei giorni scorsi l'esecutivo nazionale dell'area ha posto il problema alla segreteria Cgil, è stata emessa ieri.

Una laconica telefonata in tarda serata ci ha comunicato che l'unica disponibilità della Cgil è quella di contrattare con l'azienda, in cui rientrerò il primo giugno, un pacchetto di ore di permessi sindacali.

e-max.it: your social media marketing partner

Rinnovo contratto metalmeccanici (con Sergio Bellavita - Fiom); lotte in Fiat (Termoli e Melfi)

234° puntata: collegamento con Sergio Bellavita, dirigente della corrente di minoranza interna alla Fiom ("Il Sindacato è un'altra cosa") cui recentemente è stato revocato il distacco sindacale per divergenze con la Segreteria nazionale. Con lui affrontiamo una discussione a tutto campo sul rinnovo del contratto nazionale del settore metalmeccanico.

La seconda corrispondenza è con un delegato RSU della Fiom di Termoli, dichiarato "incompatibile" dalla dirigenza sindacale: parliamo degli sviluppi delle lotte contro gli straordinari del sabato negli stabilimenti di Termoli e Melfi e di una nuova lotta sorta nell'indotto, in un'azienda dal nome "La Fenice". Ascolta

e-max.it: your social media marketing partner

In Francia si lotta. In Italia va tutto bene

Sergio Bellavita.

Il grande movimento di lotta contro la loi El Khomri che ieri grazie allo sciopero generale proclamato dalle centrali sindacali francesi ha manifestato nuovamente tutto il suo straordinario potenziale, si prepara a nuove importanti battaglie. Il 3 maggio la proposta di legge che precarizza il lavoro e riduce le tutele dal licenziamento approderà all'assemblea nazionale. Inutile dire che per noi, nella desolante scomparsa di Cgil Cisl Uil dal terreno delle mobilitazioni per la riconquista dei diritti perduti, guardare con grande attenzione alla Francia è importante. Una vittoria del movimento potrebbe avere, con buona pace dei mass-media nostrani che occultano scandalosamente questa lotta di popolo, un effetto contagio anche nel nostro soporifero paese. Ne abbiamo un bisogno clamoroso considerato che la pesantissima cura dell'austerità su salari, pensioni e diritti da noi è passata praticamente senza nessuna vera opposizione sociale.

e-max.it: your social media marketing partner

Gli scioperi continuano

Mercoledì e giovedì scorso sono avvenuti due incontri con i responsabili del personale della Piaggio: il primo su ferie/permessi, il secondo sui tempi di lavoro.

Sulle ferie la nostra posizione è stata che in assenza di CIG o Solidarietà, non ci sono ragioni per fermate produttive collettive utilizzando ferie o par; l'unico punto su cui abbiamo mostrato disponibilità, fermo restando le 3 settimane di ferie ad agosto, è che si possa stabilire un periodo entro cui si dovranno utilizzare i giorni di ferie residui, che dovranno restare nella disposizione individuale del lavoratore ma potendone concordare le modalità di fruizione.

Sui permessi abbiamo richiesto un calendario annuo che dia certezza ai lavoratori sulla disponibilità dei permessi individuali previsti dal CCNL (8) e che stabilisca le modalità e i periodi di massima in cui verranno utilizzati i 5 permessi collettivi.

e-max.it: your social media marketing partner

Pagina 8 di 48

You are here: Dal ventre della balena

News archivio storico

News dal ventre della balena

News feedback