chicago86

ARCHIVIO STORICO

Lotta di classe e 'offensive padronali'

Gli errori nella pratica della lotta proletaria o le rovinose deviazioni di essa, che hanno caratterizzato storicamente il tempo della Prima Guerra Mondiale, e nella Seconda il tempo della guerra e del dopoguerra...

Occupy the World together

"Ci hanno buttato fuori dalle nostre case. Ci hanno costretti a scegliere tra mangiare o pagare l'affitto. Ci è negata l'assistenza medica. Soffriamo per l'inquinamento. Quando un lavoro l'abbiamo, facciamo orari impossibili per paghe basse..."

"Articoli 18" e battaglie tra fazioni borghesi

Il lavoro salariato è stato nel tempo ingabbiato da vincoli contrattuali e legali. Ma il rapporto fra salariato e capitalista mal sopporta di sottostare a regole fisse. La forza-lavoro è una merce: in un mercato mutevole...

Lo sciopero della canadiense

"Le notizie della situazione a Barcellona sono molto allarmanti. Lo sciopero della Canadiense è stato esteso alle altre compagnie di elettricità e delle acque. La città intera è immersa tutta la notte nell'oscurità."

I sedici giorni più belli

Questo sciopero mi ha fatto pensare a tutta la merda retorica su casa e famiglia. Siamo fuori a fare due o tre lavori. Cinque o sei lavori in due, capisci? E in nero. E i ragazzi a casa vengono su da soli...

Manifesto contro il lavoro

Un cadavere domina la società: il cadavere del lavoro. Tutte le potenze del pianeta si sono alleate per difendere questo dominio: il Papa e la Banca mondiale, Tony Blair e Joerg Haider, D’Alema e Berlusconi, sindacati e imprenditori, ecologisti...

Salario, prezzo, profitto

Invece della parola d'ordine conservatrice: "Un equo salario per un'equa giornata di lavoro", gli operai devono scrivere sulla loro bandiera il motto rivoluzionario: "Soppressione del sistema del lavoro salariato".

Comitato Unitario di base della Pirelli

Il testo che qui presentiamo è una delle fatiche politiche del Comitato Unitario di Base della Pirelli di Milano. Se viene tardi, è perché altre cose dovevano esser fatte prima. Ma anche questa andava fatta, perché ci sembra...

L'operaismo italiano e il suo Sessantotto lungo vent'anni

La bestia è l'azienda, non il fatto che abbia un padrone. L'immediatista ha sempre bisogno di disegnare il nuovo su una passiva fotografia del vecchio. Gramsci chiamò il suo immediatismo "concretismo", e non avvertì che ogni...

http://chicago86.org/components/com_gk2_photoslide/images/thumbm/277111Tesserapcd21.jpg http://chicago86.org/components/com_gk2_photoslide/images/thumbm/710080port_blockade.png http://chicago86.org/components/com_gk2_photoslide/images/thumbm/588103art_18.jpg http://chicago86.org/components/com_gk2_photoslide/images/thumbm/226543La_Canadiense.jpg http://chicago86.org/components/com_gk2_photoslide/images/thumbm/58273097upsstrike.jpg http://chicago86.org/components/com_gk2_photoslide/images/thumbm/301384lavoro_di_merda.jpg http://chicago86.org/components/com_gk2_photoslide/images/thumbm/960235spp.jpg http://chicago86.org/components/com_gk2_photoslide/images/thumbm/618206cub_pirelli.jpg http://chicago86.org/components/com_gk2_photoslide/images/thumbm/404950operaismo.jpg

LOTTE IN CORSO

Milano: i riders della consegna a domicilio hanno incrociato le bici contro sfruttamento e precarietà

E' stata un successo la biciclettata/sciopero dei fattorini e delle fattorine di Deliveroo, sabato 15 luglio a Milano.

Tanto che ad "incrociare la bicicletta" sono stati anche i lavoratori e la lavoratrici di Foodora e Glovo, altre due "app" che organizzano il servizio di consegna a domicilio.

Tanti e tante hanno girato la città, partendo da piazza XXIV Maggio, per denunciare lo stato di sfruttamento e precarietà che la "gig" economy genera. Molti e molte di più non hanno accettato turni per sabato sera, pur non manifestando. La prima Deliverance Strike Mass, a Milano, ha alzato il grido dei "riders" contro il pagamento a cottimo, e per un contratto che garantisca diritti e tutele salariali e legali. Non esistono ferie e malattie, non esiste nemmeno una copertura assicurativa per i riders che viaggiano su due ruote nel traffico metropolitano. Foodora ha tolto la paga oraria, Deliveroo vorrebbe fare lo stesso.

e-max.it: your social media marketing partner

"Riders en huelga"

Sciopero di 48 ore per Deliveroo in Spagna. I rider protestano contro le condizioni di lavoro e i licenziamenti.

Lo avevano promesso il 23 giugno scorso durante le manifestazioni davanti alle sedi della società a Madrid e Barcellona: se l'iniziativa non fosse bastata a convincere l'azienda ad accettare le loro richieste, i rider avrebbero continuato la protesta. E così è stato.

Il primo sciopero è stato organizzato nella serata di domenica 2 luglio ed ha coinvolto il 70% della flotta. Nelle città di Madrid, Barcellona e Valencia il servizio di consegna pasti è stato bloccato per tre ore, dalle 20 alle 23. In seguito alla protesta, 16 lavoratori sono stati licenziati senza ricevere spiegazioni e senza i 30 giorni di preavviso previsti dal contratto. In risposta i corrieri hanno lanciato una nuova mobilitazione per il weekend successivo, proclamando uno sciopero per l'8 e il 9 luglio e organizzando una cassa di resistenza per i lavoratori in difficoltà.

e-max.it: your social media marketing partner

E nella Fca serba è sciopero a oltranza per il salario

La protesta. A Kragujevac le paghe sono basse e i carichi sempre più pesanti. La solidarietà Fiom

Sono in sciopero dal 27 giugno e proseguiranno a oltranza i 2 mila lavoratori dello stabilimento Fca di Kragujevac, in Serbia. Ieri hanno partecipato alle proteste anche due esponenti della Fiom-Cgil: "Si sono mossi in corteo per le linee, alla testa avevano la bandiera nazionale. Ai cancelli c'è stata una conferenza stampa: non produrranno più vetture fino a quando l'azienda non si siederà al tavolo delle trattative", hanno raccontato Michele De Palma e Valentina Orazzini, rispettivamente responsabile settore auto e responsabile per l'Europa della Fiom.

e-max.it: your social media marketing partner

Deliverance Strike Mass a Milano sabato 15 luglio

Siamo i lavoratori in bicicletta di Deliveroo. Quelli che la gig economy chiama "rider". Deliveroo dice che siamo "collaboratori autonomi" e "fornitori indipendenti" di prestazione d'opera, che bastano uno smartphone, una bicicletta funzionante e due gambe robuste e diventi "imprenditore di te stesso".

La nostra azienda dice che consegnare cibo non è un lavoro ma un "lavoretto" e per questo il sistema dell'assegnazione dei turni attraverso uno "slot" orario e "la messa a disposizione" rappresenta un sistema equo ed innovativo per la "valorizzazione" del nostro tempo: se sei molto disponibile e molto veloce consegnerai tanto e salirai nel ranking, perché l'algoritmo che smista gli ordini ne terrà conto; se avrai problemi, bucherai, sarai malato, partirai in vacanza, sospenderai per un po' la collaborazione, perderai posizioni e la possibilità che altri slot orari ti vengano assegnati. E' la dura legge del delivery food.

e-max.it: your social media marketing partner

Secondo sciopero generale in Brasile

Venerdì scorso centinaia di migliaia di persone hanno marciato in tutto il Brasile contro le riforme del lavoro volute dal governo. Il presidente Temer ha reagito alla mobilitazione affermando che "con l'aumento degli investimenti, con l'accelerazione dei consumi e le azioni che stanno riducendo il tasso di interesse, molto presto avremo il definitivo ritorno alla crescita. Il Brasile sta camminando, anche se alcuni vogliono fermarlo".

Promesse da mercante, false come quelle di tutti i politicanti in cerca di consensi.

e-max.it: your social media marketing partner

#Justice4PortDrivers. Scioperi nei porti di Los Angeles e Long Beach

Decine e decine di lavoratori del trasporto merce operanti nei porti di Los Angeles e Long Beach hanno incrociato le braccia per cinque giorni per protestare contro le condizioni di lavoro. Lo sciopero, il 15° negli ultimi quattro anni, è stato proclamato contro la pratica diffusa del subappalto e del "wage theft", il furto di salario compiuto dalle compagnie di autotrasporti. La mobilitazione è sostenuta dalla sezione locale del sindacato dei Teamster.

e-max.it: your social media marketing partner

Feedback

Sullo sciopero dei trasporti del 16 e sulla possibile evoluzione della lotta

Lo sciopero dei trasporti del 16 giugno, indetto a livello nazionale da CUB-TRASPORTI e da SGB, si è presto allargato ad altri sindacati coinvolgendo Alitalia, le ferrovie, il trasporto pubblico locale e la logistica. Inizialmente aveva come obiettivi: "NO alle privatizzazioni dei Trasporti. NO allo smantellamento del Welfare Pubblico. NO allo smembramento della Sanità Pubblica."

Il SUL ha indetto per il 16 uno sciopero di 4 ore a cui si aggiungono altri sindacati autonomi e l'USB (solo per TPL del Lazio). Nel frattempo bolle in pentola un'altra questione: la commissione Bilancio della Camera ha approvato un emendamento di Stefania Covello del PD che cancella il Regio Decreto 148/31 di epoca fascista,...

Read more
You are here: Home

News archivio storico

News lotte in corso

News dal ventre della balena

News feedback