chicago86

Africa

"Troppi scioperi", il governo egiziano lascia

mahallaEgitto. Per la protesta operaia si dimette il premier Beblawi insediato nel 2013 dai militari golpisti.

Il premier egiziano ad interim Hazem Beblawi ha annunciato le dimissioni del governo. L’esecutivo, voluto dai militari dopo il golpe del 3 luglio 2013, che ha determinato l’arresto dell’ex presidente Morsi e la messa al bando dei Fratelli musulmani, aveva subìto defezioni di rilievo. Il primo a dare forfait è stato il leader laico del partito Dostour (Costituzione), il premio Nobel Mohammed el Baradei, a cui hanno fatto seguito le dimissioni del ministro per la Cooperazione internazionale, Ziad Bahaa al-Din.

e-max.it: your social media marketing partner

Sud Africa: minatori bloccano la produzione

Sciopero SudafricaA 18 mesi dalla strage di Marikana e a tre dal voto, i lavoratori non si arrendono e chiedono aumenti. Ma i giganti mondiali del settore non cedono

Cape Town, 29 gennaio 2014, Nena News - Sono giornate al cardiopalma non solo per il ministro delle Finanze Pravin Gordhan ma per l'intero establishment governativo della Rainbow Nation e per il gotha manageriale dei colossi mondiali della produzione del platino, paralizzata ormai da giorni da un mega sciopero a oltranza dei minatori indetto dal maggiore e più radicale sindacato del settore, l'Association of Mineworkers and Construction Union (Amcu).

e-max.it: your social media marketing partner

Sciopero a oltranza nella cintura di platino di Rustenburg

rustenburg 24012014I minatori sudafricani in piazza per chiedere aumenti salariali. Trattative del governo in corso, mentre proseguono le violenze.

Cape Town, 24 gennaio 2014, Nena News - Erano circa 70.000, secondo le stime del sindacato, i minatori che hanno preso parte allo sciopero iniziato ieri nella cintura di platino di Rustenburg, 120 chilometri a Nord-Ovest di Johannesburg, chiedendo considerevoli aumenti salariali. Convocato dall'Association of Mineworkers and Construction Union (AMCU), il più grande sindacato del settore, lo sciopero è stato il primo più imponente dopo quello di Marikana del 2012 durante il quale la polizia fece fuoco uccidendo 34 lavoratori.

e-max.it: your social media marketing partner

Comunicato congiunto: "insieme butteremo giù il regime"

tahrir2013La rivoluzione ha risvegliato lo spirito di lotta del popolo egiziano, coronando l'escalation di sit-in e scioperi dei lavoratori che sono andati crescendo dal 2006 – una mobilitazione guidata ed organizzata dagli stessi lavoratori oppressi. Le lotte dei lavoratori hanno giocato un ruolo centrale negli ultimi tre giorni dell'occupazione da parte di milioni di persone di Piazza Tahrir, costringendo il dittatore Mubarak a dimettersi, visto che il movimento di protesta dei lavoratori si diffondeva in gran parte del paese e con la sua radicalizzazione terrorizzava i governanti. Scelsero di sacrificare Mubarak, piuttosto che assistere alla caduta di tutto il regime.

e-max.it: your social media marketing partner

"Sentiamo l'odore dei lacrimogeni da Rio a Taksim, fino a Tahrir"

gasComunicato uscito recentemente a firma "Compagn* del Cairo"

A voi, al cui fianco lottiamo,

Il 30 giugno segnerà per noi una nuova fase di ribellione, basata su ciò che è iniziato il 25 e il 28 gennaio del 2011. Questa volta ci ribelliamo contro il regime dei Fratelli Musulmani che ha rafforzato le stesse forme di sfruttamento economico, violenza della polizia, torture e uccisioni.

I riferimenti alla venuta della "democrazia" non hanno alcuna rilevanza quando non c'è la possibilità di vivere una vita decente con dignità e mezzi di sostentamento decorosi.

e-max.it: your social media marketing partner

Pagina 4 di 9

You are here: Lotte in corso Africa

News dal ventre della balena

News feedback