chicago86

Americhe

#FightFor15 occupa il quartier generale di McDonald's

Il maltempo non ha fermato la marcia di #FightFor15 in programma il 25 maggio a Oak Brook presso il quartier generale di McDonald's. Per il terzo anno consecutivo centinaia di attivisti e lavoratori dei fast-food si sono riuniti per proseguire la lotta per il salario minimo di 15 dollari l'ora e la possibilità di organizzarsi sindacalmente.

La protesta è iniziata alle prime ore del mattino con il blocco dell'ingresso del principale ristorante McDonald's di Chicago; poi in centinaia si sono diretti verso la periferica Oak Brook dove sono state piantate le tende in attesa dell'assemblea dei soci della multinazionale. Alcuni cartelli inneggiano alla lotta comune con i lavoratori francesi che in questi giorni stanno bloccando il paese contro la Loi Travail.

e-max.it: your social media marketing partner

#VerizonStrike: i lavoratori scioperano non solo per se stessi

Venerdì 5 maggio i lavoratori di Verizon Communications, il maggiore fornitore di servizi a banda larga negli Stati Uniti, hanno lanciato una "giornata d'azione" per protestare contro i piani di esternalizzazione, i licenziamenti e i tagli all'assistenza sanitaria previsti dall'azienda. In occasione dell'assemblea degli azionisti a Albuquerque, circa 300 manifestanti hanno assediato l'hotel dove si svolgeva l'incontro; in 15 tra lavoratori e solidali sono stati arrestati, compresi alcuni membri del sindacato.

e-max.it: your social media marketing partner

#FastFoodGlobal: un mondo, una lotta!

Ieri, 14 aprile 2016, si è svolta la giornata mondiale di mobilitazione indetta dai lavoratori americani dei fast-food "on strike against poverty". Da tempo sui social network circola l'hashtag #FastFoodGlobal accompagnato dall'ormai noto #FightFor15.

I dipendenti dei fast-food sono scesi in piazza in più di 300 città nel mondo ed hanno coinvolto nella lotta magazzinieri, autotrasportatori e decine di migliaia di lavoratori dell'assistenza domiciliare e della scuola. Picchetti e flash mob hanno bloccato diverse città e numerosi punti vendita della ristorazione veloce, con slogan e cartelli contro il sistema dell'1% ben rappresentato dal pagliaccio Ronald McDonald's.

e-max.it: your social media marketing partner

#ShutDownChi: scioperano gli insegnanti di Chicago

Venerdì 1 aprile sono scesi in sciopero gli insegnanti delle scuole di Chicago, in Illinois. I picchetti, sostenuti dai genitori degli alunni e da simpatizzanti, hanno riguardato circa 400 mila studenti.

Il grosso deficit statale si sta ripercuotendo sui salari dei docenti, a cui vengono imposti congedi non retribuiti. A ciò si aggiungono il blocco dei negoziati per il rinnovo del contratto, fermo dalla scorsa estate, e i continui tagli al settore.

Sostenuti dal sindacato Chicago Teachers Union (CTU), i lavoratori hanno lanciato una giornata d'azione in vari punti della città. Nonostante gli attacchi dei giornali e le prescrizioni del governatore dello Stato che ha bollato lo sciopero come illegale, centinaia di insegnanti vestiti di rosso hanno incrociato le braccia, bloccando l’ingresso alle scuole. Una grossa concentrazione si è avuta alla Chicago State University dove si prospettano massicci licenziamenti. La manifestazione si è conclusa con un corteo verso il centro della città che ha paralizzato il traffico.

e-max.it: your social media marketing partner

Black Friday 2015: lavoratori Walmart di nuovo in sciopero

Per il quarto anno consecutivo i lavoratori di Walmart scendono in sciopero in occasione del Black Friday. Il 27 novembre scorso i dipendenti della grande catena americana di vendita al dettaglio hanno incrociato le braccia, a New York, Los Angeles, Oakland, Detroit, e in molte altre città in tutto il paese, per rivendicare in linea con il movimento #FightFor15 il salario minimo di 15 dollari l'ora.

Molti di loro, afferma Our Walmart, faticano a procurarsi di che vivere. Oltre ad una più alta paga oraria chiedono migliori condizioni di lavoro, l'assistenza sanitaria e il rispetto dei lavoratori: "Troppi di noi devono contare sull'assistenza per le nostre esigenze di base. Walmart deve impegnarsi a fornire salari e benefici in modo tale che nessun socio deve fare affidamento sull'assistenza dei buoni pasto del governo".

e-max.it: your social media marketing partner

Pagina 4 di 19

You are here: Lotte in corso Americhe

News archivio storico

News lotte in corso

News dal ventre della balena

News feedback