chicago86

#BlackoutBlackFriday: Ferguson + Walmart

Più di 400 persone sono state arrestate a Ferguson (Missouri) e in tutti gli Stati Uniti in seguito alle proteste per la mancata condanna del poliziotto responsabile dell'uccisione di Michael Brown. Manifestazioni e scontri sono avvenuti in tutte le grandi città degli Stati Uniti, da Boston a Dallas, da New York ad Atlanta. Su Twitter l'hashtag #Ferguson è diventato un trending topic in America e altrove.

L'ondata di protesta si allarga e si intreccia con altre lotte in corso. I dipendenti di Walmart, che lottano per un salario minimo di 15 dollari l'ora (#FightFor15) e il diritto di formare un sindacato, per il terzo anno consecutivo hanno proclamato lo sciopero nella giornata del Black Friday, e minacciano di bloccare 1.600 punti vendita in tutto il paese.

Secondo gli organizzatori sarà la più grande azione di lotta vista fino ad oggi, a cui ora si aggiunge il boicottaggio nazionale dello shopping in solidarietà ai manifestanti di Ferguson e contro la violenza della polizia. Diversi i volti noti, tra cui il produttore discografico Russell Simmons, che hanno aderito all'iniziativa lanciata su Twitter con gli hashtags #NotOneDime e #BlackoutBlackFriday.

Per info:

#WalmartStrikers #LivableWages
http://blackfridayprotests.org/

Per la campagna di boicottaggio globale:
#BoycottBlackFriday
#BlackoutBlackFriday

Share |
e-max.it: your social media marketing partner
You are here: Lotte in corso Americhe Stati Uniti d'America #BlackoutBlackFriday: Ferguson + Walmart

News archivio storico

News dal ventre della balena

News feedback