chicago86

Europa

"Riders en huelga"

Sciopero di 48 ore per Deliveroo in Spagna. I rider protestano contro le condizioni di lavoro e i licenziamenti.

Lo avevano promesso il 23 giugno scorso durante le manifestazioni davanti alle sedi della società a Madrid e Barcellona: se l'iniziativa non fosse bastata a convincere l'azienda ad accettare le loro richieste, i rider avrebbero continuato la protesta. E così è stato.

Il primo sciopero è stato organizzato nella serata di domenica 2 luglio ed ha coinvolto il 70% della flotta. Nelle città di Madrid, Barcellona e Valencia il servizio di consegna pasti è stato bloccato per tre ore, dalle 20 alle 23.

e-max.it: your social media marketing partner

E nella Fca serba è sciopero a oltranza per il salario

La protesta. A Kragujevac le paghe sono basse e i carichi sempre più pesanti. La solidarietà Fiom

Sono in sciopero dal 27 giugno e proseguiranno a oltranza i 2 mila lavoratori dello stabilimento Fca di Kragujevac, in Serbia. Ieri hanno partecipato alle proteste anche due esponenti della Fiom-Cgil: "Si sono mossi in corteo per le linee, alla testa avevano la bandiera nazionale. Ai cancelli c'è stata una conferenza stampa: non produrranno più vetture fino a quando l'azienda non si siederà al tavolo delle trattative", hanno raccontato Michele De Palma e Valentina Orazzini, rispettivamente responsabile settore auto e responsabile per l'Europa della Fiom.

e-max.it: your social media marketing partner

Lo sciopero più grande nella storia della Slovacchia ferma la VolksWagen

Sciopero Volkswager BratislaviaBratislava. I sindacati chiedono sostanziosi aumenti salariali. Braccia incrociate da martedì 20 giugno per quasi 12mila operai

Il più grande nella storia della Slovacchia e uno dei più grandi nel settore privato nella regione. Così viene definito lo sciopero che da martedì 20 giugno sta paralizzando lo stabilimento VolksWagen a Bratislava.

e-max.it: your social media marketing partner

#DeliverooExplota: anche i rider spagnoli si (auto)organizzano

Deliveroo è nata a Londra nel 2013 e due anni dopo è sbarcata in Spagna: a Barcellona, Valencia, Madrid e Saragozza. Nel paese sono un migliaio i rider che lavorano per la "food delivery company", di cui 130 solo nel capoluogo della Catalogna.

Ieri una cinquantina di ciclisti e motociclisti di Deliveroo, organizzati nella piattaforma "Riders X Derechos" (che comprende anche lavoratori di altre aziende della "gig-economy"), hanno protestato contro la precarietà del lavoro davanti alla sede della società a Barcellona, attaccando adesivi sui vetri degli uffici, sventolando bandiere e pubblicizzando le ragioni della lotta a giornalisti, passanti e solidali.

e-max.it: your social media marketing partner

#Deliverunion: i corrieri si stanno organizzando in tutta Europa

Alla fine di aprile più di cento rider di Deliveroo e Foodora si sono riuniti in un locale a Berlino. La molla che ha fatto scattare l'incontro sono le condizioni di lavoro precarie nelle aziende di consegna del cibo a domicilio. L'iniziativa rientra in #Deliverunion, una campagna europea promossa da sindacati di base, lavoratori e attivisti, e ispirata alle recenti proteste dei corrieri londinesi, che ha l'obiettivo di promuovere lo scambio di idee sulle azioni collettive e sindacali da intraprendere e di fornire una piattaforma internazionale per i lavoratori del settore.

I rider berlinesi sono per la maggior parte "liberi professionisti", percepiscono una piccola retribuzione ed un bonus per consegna; devono essere completamente flessibili, ma pur se "autonomi" sono rigorosamente controllati dall'azienda dato che i loro percorsi e tempi sono costantemente sotto sorveglianza.

e-max.it: your social media marketing partner

Pagina 1 di 22

You are here: Lotte in corso Europa

News archivio storico

News lotte in corso

News dal ventre della balena

News feedback