chicago86

Amazon: nuovi scioperi in Germania per aumenti salariali

Una nuova ondata di scioperi colpisce il colosso statunitense del commercio elettronico. Lunedì scorso il sindacato Ver.di ha dichiarato che gli operatori dei centri logistici di Bad Hersfeld, Lipsia, Graben e Rheinberg, incroceranno le braccia per due giorni.

In Germania Amazon ha nove sedi e impiega 9 mila lavoratori fissi e 16 mila stagionali. I dipendenti percepiscono un salario da nove euro l'ora che, pur collocandosi al di sopra di quello minimo tedesco, rimane inferiore di qualche centinaio di euro a quello previsto dal contratto del commercio.

I sindacati denunciano la mancanza di un accordo collettivo (e l'incertezza che ne deriva), con cui sancire i diritti dei lavoratori e limitare il pericolo che l'azienda decida di abbassare i salari. Criticano inoltre l'eccessivo numero di contratti a termine e una scarsa regolamentazione di orari di lavoro e pause. Anche se recentemente, in seguito alla prima ondata di proteste, la società statunitense ha offerto ad alcune sedi aumenti dal 2,1 al 3 per cento, lo scontro è sul principio: ci vuole un accordo.

Sarà interessante vedere l'esito di questo braccio di ferro: Amazon ha già minacciato di spostare la distribuzione in Polonia.

Share |
e-max.it: your social media marketing partner
You are here: Lotte in corso Europa Germania Amazon: nuovi scioperi in Germania per aumenti salariali

News dal ventre della balena

News feedback