chicago86

#McStrike: il Primo Maggio nel Regno Unito

La #MayDay2018 si è conclusa con le immagini di vetrine infrante e il fumo di lacrimogeni nel centro di Parigi, e con gli arresti dei manifestanti turchi che cercavano di raggiungere piazza Taksim a Istanbul, luogo simbolo del movimento operaio, ma off limits il Primo Maggio. In Italia, all'interno dei cortei cittadini (a Milano, Bologna e Torino), ci hanno pensato i rider in lotta, le maestre autorganizzate e i facchini della logistica a rianimare un pò le piazze.

Da segnalare anche lo sciopero dei lavoratori di McDonald's in Inghilterra che sono scesi in strada in concomitanza delle manifestazioni per l'International Workers' Day: il personale dei ristoranti di Manchester, Cambridge e Crayford, a sud-est di Londra, e di due filiali di Watford ha organizzato dei picchetti davanti ai luoghi di lavoro, cercando di far sentire la propria voce. I responsabili di McDonald's UK hanno dichiarato che solo pochissimi dipendenti si sono astenuti dal lavoro e che la maggior parte delle persone che presenziavano ai blocchi erano "esterne", fatto smentito dal sindacato che ha valutato positivamente la giornata di mobilitazione, anche se ha coinvolto poche decine di operai.

Dal settembre del 2017 (mese in cui nelle filiali di Crayford e Cambridge i dipendenti hanno organizzato il primo sciopero da quando la catena di fast food ha aperto i suoi negozi nel Regno Unito, nel 1974), la Bakers, Food and Allied Workers Union sta cercando un riconoscimento formale da parte del gigante del panino nell'ambito della campagna per un salario minimo di £ 10 l'ora, un orario di lavoro garantito, la libertà di coalizione sindacale e la fine della disparità retributiva per i giovani lavoratori (McDonald's UK adotta diverse percentuali di pagamento a seconda dell'età).

Grande la risonanza della protesta sui social network, sia in UK (da parte di insegnanti, studenti, sindacati, collettivi, ecc.) che oltreoceano, con il supporto attivo dei Fast Food Workers statunitensi che hanno inviato foto, video e messaggi di solidarietà con l'hashtag #McStrike.

Negli Stati Uniti, come in Inghilterra e altrove, sono tanti i lavoratori di McDonald's che non guadagnano abbastanza per pagare l'affitto o le bollette e che sono inquadrati con contratti precari, a chiamata e a zero ore. Un movimento globale (#FastFoodGlobal) è quello che ci vuole, e i lavoratori ne sono sempre più consapevoli.

Share |
e-max.it: your social media marketing partner
You are here: Lotte in corso Europa Regno Unito #McStrike: il Primo Maggio nel Regno Unito

News lotte in corso

News dal ventre della balena

News feedback