chicago86

Emilia-Romagna

Da marzo a maggio... sciopero selvaggio!

Esprimiamo la nostra totale e incondizionata solidarietà ai lavoratori "Tper" che questa mattina hanno scioperato, spontaneamente e senza preavviso, in difesa del proprio salario e delle proprie condizioni di lavoro.

Per la prima volta in tanti anni, a Bologna, abbiamo assistito a uno sciopero del personale autotranviario davvero efficace, perché capace di provocare un danno non solo all'azienda, ma all'intera economia cittadina. Quell'economia (non solo finanziaria ma anche "reale") i cui meccanismi sono i responsabili della degradazione delle condizioni di vita di tutti coloro che sono costretti a vendere la propria forza lavoro per sopravvivere.

e-max.it: your social media marketing partner

La rivoluzione migrante delle coop Tnt

Intervista: Anna Curcio, Gigi Roggero

Mohamed Arafat, immigrato egiziano in Italia da una decina d'anni, ha condotto la lotta dei lavoratori stranieri e italiani contro lo sfruttamento nel polo logistico piacentino. E ha vinto "200 euro al mese per 8 ore di lavoro al giorno. Da questa condizione di schiavitù sei anni fa è cominciata la nostra lotta che negli ultimi mesi ha coinvolto anche gli operai licenziati e poi riassunti dall'Ikea."

e-max.it: your social media marketing partner

Facchini col sostegno di tanti solidali resistono alle cariche della polizia e costringono IKEA a chiudere i battenti

ikeaDa più di un mese portano avanti una lotta dura contro il colosso del mobile, l'IKEA. Sono i facchini, dipendenti formalmente da cooperative ma nella sostanza legati all'IKEA. Protestano per vincere condizioni dignitose di lavoro, per mettere fine ad un sistema discriminatorio che assegna più soldi in busta paga a chi abbassa la testa e mette alla porta chi osa alzarsi e rivendicare il semplice rispetto dei propri diritti.
Giovedì scorso si erano riaffacciati al deposito di Piacenza, con un blocco dei cancelli, e oggi si sono spostati a Bologna (Casalecchio del Reno per l'esattezza).

Supportati dalla solidarietà attiva di decine e decine di studenti, disoccupati e lavoratori, hanno organizzato un presidio dinanzi allo store IKEA. L'obiettivo era continuare quella campagna che punta il dito contro l'IKEA, perché individuata come responsabile principale del sistema di sfruttamento cui sono sottoposti questi lavoratori.

e-max.it: your social media marketing partner

Ferrari - Sciopero di 2 ore contro la disdetta degli accordi Fiat

Comunicato sindacale (...)

La disdetta degli accordi sindacali nelle aziende del gruppo FIAT non è un fulmine a ciel sereno: da quando Marchionne ha iniziato il suo percorso da Pomigliano, c’erano tutte le avvisaglie che questo percorso si sarebbe concluso con un peggioramento delle condizioni di lavoro in tutti gli stabilimenti controllati da FIAT.

È inutile dire che la folta schiera di dirigenti FIAT al tavolo di trattativa del 16 novembre ha tenuto a precisare che i futuri accordi firmati nel gruppo, avranno applicazione anche in Ferrari.

Cosa prevederanno i futuri accordi?

e-max.it: your social media marketing partner

Contro lo sfruttamento, uniamo le lotte!

Modena, assemblea pubblica del 26 marzo 2011

Operai, lavoratori: anni di sacrifici, infortuni, morti sul lavoro, bassi salari, flessibilità e ritmi di lavoro esasperanti, non hanno garantito un futuro migliore a noi e ai nostri figli, come ci hanno fatto credere i padroni, i governi di destra e di sinistra e i sindacati concertativi. Le loro parole d’ordine erano: battere la concorrenza e conquistare nuovi mercati.

Così facendo hanno messo operai contro operai e sono riusciti a ridurre i diritti e i salari di tutti i lavoratori a livello mondiale. Questa pratica politica ha fatto sì che i padroni incrementassero i propri profitti e gli operai diventassero sempre più poveri. Quando poi la contrazione economica e la crisi da sovrapproduzione hanno reso impossibile un’ulteriore rivalutazione dei profitti attraverso il processo produttivo, quei profitti si sono riversati nel mercato della speculazione finanziaria.

Questo ha prodotto altri effetti terribili sulla vita di milioni di lavoratori. Abbiamo tutti davanti agli occhi le vicende delle crisi greca e irlandese: denaro pubblico utilizzato per salvare banche e aziende che hanno vissuto rapinando i risparmi e il TFR dei lavoratori.

e-max.it: your social media marketing partner

Pagina 5 di 6

You are here: Lotte in corso Italia Emilia-Romagna

News lotte in corso

News dal ventre della balena

News feedback