chicago86

Trasporti, riparte la fiammata degli scioperi contro la privatizzazione: Pisa, Firenze, Torino

sciopero trasportiScioperi selvaggi a Firenze e a Pisa. Lavoratori molto arrabbiati a Torino. Il settore dei trasporti torna a farsi sentire. Chi pensava che dopo la vicenda di Genova l'iniziativa dei lavoratori potesse essere archiviata sotto la voce "sfoghi natalizi" dovrà rifare i conti. La spinta contro le aziende che sfruttano e vessano i lavoratori è molto forte, così come quella contro la privatizzazione, che giustamente è vista come l'ultima mazzata alla condizione già precaria degli autilsti. Il 20 gennaio, intanto, gli autisti sembra che stiano preparando una grande assemblea nazionale.

A Torino, l'adesione allo sciopero è stata dell'80%. Contro il Gruppo Torinese Trasporti che vuole vendere il 49% dell'azienda, Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti, Faisa Cisal e Ugl, Fast Confsal , hanno fermato i mezzi pubblici in città, il trasporto urbano, suburbano, la metropolitana che e' stata chiusa, le autolinee extraurbane e il servizio ferroviario gestito a Gtt. Nelle vie del centro è stato improvvisato un corteo. Alcuni volantini del Pd dal titolo 'L'Italia giusta' sono stati bruciati. Un nuovo sciopero di 24 ore e' stato indetto dai sindacati di base per lunedi' 16 dicembre. "Se non sara' ritirata la delibera sulla privatizzazione la protesta proseguira' e si intensifichera'", spiegano i rappresentanti Usb.

Meno "canoniche" le proteste a Pisa (i mezzi in circolazione sono davvero pochissimi) e a Firenze dove di fronte all'iniziativa autonoma dei lavoratori il prefetto ha convocato a Palazzo Medici Riccardi le Rsu di Ataf per evitare che ''si protragga ulteriormente la situazione di illegalita'". L'astensione dal lavoro, per tutta la giornata, era stata regolarmente comunicata, ma le corse delle fasce di garanzia stamani non sono state effettuate, lasciando molte persone in attesa sotto le pensiline in molte zone della citta'. Intanto, come spiega una nota della rsu dell'azienda, l'assemblea dei lavoratori di Ataf, in riunione dalle 4 di stanotte, ha stabilito di proseguire i lavori, diventando permanente, per individuare "soluzioni alla disastrosa situazione del trasporto fiorentino aggravata dopo la scelta dell'amministrazione comunale di privatizzare l'azienda e in conseguenza dell'intenzione confermata dal nuovo gestore privato di disdettare tutta la contrattazione aziendale oltre a voler dividere Ataf fra i tre soci proprietari". Con la violazione delle fasce di garanzia, infatti, i tramvieri sono passibili di denunce penali e di sanzioni da parte della Commissione nazionale di garanzia sugli scioperi nei servizi pubblici essenziali. Anche a Firenze i lavoratori sono scesi in piazza. Al sit in hanno partecipato anche alcune delegazioni di autisti di altre città, tra cui una da Roma.

[tratto da www.controlacrisi.org]

Share |
e-max.it: your social media marketing partner
You are here: Lotte in corso Italia Generale Trasporti, riparte la fiammata degli scioperi contro la privatizzazione: Pisa, Firenze, Torino

News lotte in corso

News dal ventre della balena

News feedback