chicago86

#5maggio: lavoratori della scuola scioperano in tutta Italia

Centinaia di migliaia di persone hanno partecipato martedì 5 maggio alle iniziative per lo sciopero della scuola contro il DDL del governo "La Buona Scuola". Per la prima volta dopo molto tempo, i sindacati maggiormente rappresentativi del settore (FLC CGIL, CISL scuola, UIL scuola, SNALS e GILDA) hanno promosso unitariamente l'iniziativa, organizzando cortei nelle città di Aosta, Bari, Cagliari, Catania, Milano, Palermo, Roma. I Cobas, primi promotori della mobilitazione, hanno indetto manifestazioni regionali e provinciali anche in altre città tra cui Bologna, Genova, Napoli, Padova e Torino.

A Roma si è svolto il corteo più numeroso, gli organizzatori hanno parlato di 100mila manifestanti. Non sono mancate le contestazioni a politici e sindacati. Alcuni iscritti della Cgil si sono spinti fino al palco dove la Camusso stava per prendere la parola, e hanno stracciato le loro tessere criticando duramente la strategia seguita dal sindacato.

In generale la giornata di sciopero ha registrato alti tassi di adesione (oltre il 70%) e mobilitazioni ampiamente partecipate lungo tutto lo stivale. Oltre a insegnanti, personale ATA e studenti, sono scesi in piazza anche sigle sindacali di altri settori, come la Fiom che ha sfilato a Milano. Alcuni hanno indicato la manifestazione della scuola di ieri come la "più grande di sempre".

Il punto comunque non è lottare per la scuola (per la categoria o il comparto), ma lottare. Per migliori condizioni di vita, per tutti i lavoratori, oggi più sfruttati che mai.

Share |
e-max.it: your social media marketing partner
You are here: Lotte in corso Italia Generale #5maggio: lavoratori della scuola scioperano in tutta Italia

News archivio storico

News dal ventre della balena

News feedback