chicago86

Almaviva: i lavoratori bocciano la linea confederale. La lotta continua

Si è svolta ieri (mercoledì 4 maggio) la consultazione dei lavoratori Almaviva sull'ipotesi di accordo avanzata dall'azienda e sostenuta dai sindacati confederali.

La vertenza Almaviva prosegue da mesi e si è aperta a seguito dell'annuncio da parte della multinazionale delle comunicazioni di una vera e propria ondata di licenziamenti (3000 lavoratori su un totale di 8000), in particolare nei call center di Palermo, Roma e Napoli.

L'intenzione dell'impresa si è scontrata subito con l'ampia mobilitazione dei lavoratori e delle lavoratrici, che tramite presidi, cortei e blocchi stradali ha imposto le proprie esigenze.

La risposta di Almaviva è stata quella di ritirare il piano di licenziamenti e proporre ai 3000 dipendenti una proroga di 6 mesi tramite contratti di solidarietà a livelli salariali e garanzie più bassi.

Una proposta che ha trovato l'appoggio dei sindacati confederali (CGIL – CISL – UIL), i quali hanno tentato di giustificare la loro posizione sostenendo ipotesi infondate secondo cui il governo avrebbe aiutato l'azienda oppure il mercato si sarebbe ripreso.

I lavoratori e le lavoratrici hanno lanciato una consultazione interna su tale proposta, tramite la quale ha stravinto il "No" all'accordo in tutte le città, bocciando di fatto la linea dei sindacati confederali e la proposta dell'azienda.

Abbiamo sentito Alessio, del sindacato Cobas Telecomunicazioni, che da tempo segue la vertenza. Ascolta l'intervista

[tratto da www.radiondadurto.org]

Share |
e-max.it: your social media marketing partner
You are here: Lotte in corso Italia Generale Almaviva: i lavoratori bocciano la linea confederale. La lotta continua

News archivio storico

News dal ventre della balena

News feedback