chicago86

Piemonte

Presidio e corteo dei lavoratori di #Foodora nel centro di Torino

Ieri pomeriggio, incuriositi dall'appello rivolto a "tutti i lavoratori che pagano il prezzo della precarietà sulla loro pelle, nelle proprie vite", siamo andati al presidio dei rider di Foodora nel centro di Torino, in Piazza Castello. Siamo arrivati verso le 16.00 e pian piano abbiamo visto crescere il sit-in: i ragazzi in bicicletta con le magliette rosa e le bandiere "Foodora Et labora" si son fatti sempre più numerosi ed è spuntata la telecamera del Tg3. Nel frattempo abbiamo avuto modo di parlare con qualche lavoratore e di farci raccontare com'è iniziata la vertenza e quali sono gli obiettivi della lotta.

e-max.it: your social media marketing partner

Foodora: rilanciato lo stato di agitazione

Prosegue la lotta dei riders di Foodora, i fattorini pagati a cottimo con contratti illegittimi per consegnare cibi a domicilio dei ristoranti di Torino e non solo.

Giovedì 13 ottobre era il termine fissato per ottenere una risposta da parte dell'azienda tedesca. Tra le richieste avanzate dai lavoratori vi erano l'abolizione del lavoro a cottimo, l'introduzione di una paga oraria fissa; una partecipazione da parte dell'azienda alle spese di manutenzione delle bici e ai costi telefonici fino ad ora completamente a carico dei rider.

Tra le richieste avanzate anche la fine dei provvedimenti disciplinari: a due promoter è impedito di fatto di lavorare da venerdì scorso. La loro colpa? Aver partecipato a due incontri con i colleghi, con i rider nel corso dei quali si è discusso anche delle condizioni di lavoro.

e-max.it: your social media marketing partner

Sciopero a Torino dei lavoratori on demand di Foodora

Volantino sciopero Foodora TorinoIeri a Torino i driver di Foodora, una piattaforma web per la distribuzione di cibo a domicilio, hanno incrociato le braccia dandosi appuntamento in Piazza Vittorio Veneto.

I lavoratori dicono di non essere coperti da ferie, tredicesima, contributi, mutua, e denunciano bassi salari e pessime condizioni di lavoro. Da mesi cercano di parlare con i responsabili di Foodora Italia, ottenendo in cambio solo grandi prese in giro; dopo la protesta di Torino la direzione ha dichiarato ai giornali che gli scioperanti "devono capire che è un lavoro da tempo libero" e quindi non possono pretendere migliori condizioni e salari più alti. I driver non si sono scoraggiati e ieri sera hanno girato in bici per il centro della città spiegando le loro ragioni.

e-max.it: your social media marketing partner

Torino, tre giorni di proteste contro il vertice dei ministri del Lavoro Ue

Tre giorni di mobilitazione di studenti e precari a Torino in occasione della Conferenza di alto livello sulla Carta sociale europea, a cui il 17 e 18 ottobre parteciperanno i ministri del Lavoro europei al Teatro Regio. Le agitazioni sono state annunciate ieri dagli studenti. Si inizia già mercoledì sera dove dalle 22 è annunciato il blocco del Caat (Centro agroalimentare torinese), per protestare sulle "forme di sfruttamento" del lavoro ai mercati generali, spiega un'esponente dei S.I. Cobas.

e-max.it: your social media marketing partner

Torino, scioperi e picchetti al Caat

Dall'Ikea di Piacenza al consorzio agroalimentare di Torino (Caat), la lotta nel settore della logistica continua e si estende. Siti, blog e social network fanno da cassa di risonanza alle mobilitazioni e rappresentano la rete logistica della lotta.

La scorsa notte al Caat di Grugliasco la polizia ha caricato i manifestanti e lanciato diversi lacrimogeni. Gli scontri non hanno fatto desistere i lavoratori che hanno continuato a presidiare i cancelli dello stabilimento fino alla mattina. Attorno alle 9.00 un camion, tentando di forzare il blocco dei lavoratori, ha investito un gruppo di manifestanti.

e-max.it: your social media marketing partner

Pagina 3 di 4

You are here: Lotte in corso Italia Piemonte

News lotte in corso

News dal ventre della balena

News feedback