chicago86

Volantino coord. Bari per lo sciopero del 6 Maggio

coord_bari2Coordinamento lavoratori del Terzo Settore

In questo giorno di sciopero parliamo a chi quotidianamente vive la condizione di lavoratore,di disoccupato o di inoccuppabile - A chi subisce il ricatto del lavoro in cambio di retribuzioni e paghe da fame - A chi ne ha abbastanza della crescente pressione esercitata sulle nostre vite da questo sistema economico

Chi ha famiglia, chi non ce l’ha, chi vive in coppia o chi da solo, condivide la stessa condizione …NON CE LA FACCIAMO A STARE IN AFFITTO, A PAGARE BENZINA E CURE, A STARE AL MONDO… A PENSARE AL FUTURO COME LO VORREMMO

Chi oggi lavora dovrà continuare a farlo fino alla morte
Chi è più giovane, del lavoro, conosce solo la precarietà
I giovanissimi hanno smesso di cercarlo

I lavoratori, tutti i lavoratori, autoctoni e migranti rappresentano una “riserva indiana” a cui attingono per far calare il costo del lavoro di tutti. Questa è una dinamica mondiale inaccettabile.

La contraddizione è giunta al paradosso e noi non possiamo permettere scioperi generali che non prevedano piattaforme di attacco a questo meccanismo di schiavitù, non permetteremo a nessuno di giocare con le nostre vite e di strumentalizzare le nostre lotte. NON vogliamo difendere l’esistente!

Consideriamo lo sciopero di oggi una partenza. Torniamo ad incontraci tra lavoratori, costruiamo i nostri strumenti, condividiamo le nostre esperienze, scambiamoci i nostri linguaggi.

Drastica riduzione della giornata lavorativa per tutti
Basta con la gogna della cassa integrazione
Salario sociale per tutti i disoccupati

Il Coordinamento aggrega lavoratori e lavoratrici "stabili", precari e "intermittenti", soggetti attivi a vario titolo nella produzione di servizi in cooperative sociali, associazioni culturali, di promozione sociale, associazioni di volontariato, professionisti direttamente contrattualizzati da Enti Pubblici (Regione, Provincia, Comune), che finora hanno rappresentato forze isolate e frammentate a causa dell’assenza di una tradizione sindacale e che attualmente pagano in termini di ulteriore impoverimento e indebolimento l’attuale scenario socioeconomico e che, ogni giorno, sentono venire meno il loro presente e il loro futuro a causa del progressivo peggioramento delle condizioni di vita e di lavoro. Nel 2005 l’Istat ha calcolato che il numero di lavoratori pugliesi (dipendenti e non) delle organizzazioni del Terzo Settore (cooperative sociali, associazioni culturali, associazioni di promozione sociale e di volontariato, fondazioni, consorzi, ong) era pari a circa 30.000. Oggi, a causa dell’aumento del numero delle organizzazioni, raggiungiamo circa le 35.000 unità. I dati quantitativi aiutano ad offrire una visione sintetica della potenzialità rivendicativa che questo settore è in grado di generare.
Il Fondo nazionale politiche sociali (FNPS) per il 2011 è pari solo a 250 milioni di euro, di questi la Puglia riceverà non più di 17 milioni di euro, con una riduzione del 75% rispetto ai valori 2008 e 2009. In prospettiva ciò determinerà, a partire dal 2012, una minore disponibilità complessiva per i servizi che i Comuni realizzano ormai solo con i finanziamenti dei Piani Sociali di Zona. I tagli alla spesa sociale minano profondamente le già fragili situazioni dei lavoratori del Terzo Settore contro cui il Coordinamento vuole pronunciarsi, ovvero: contratti flessibili, massima precarietà, basso riconoscimento retributivo dovuto anche ai contratti collettivi nazionali, sistematici ritardi delle retribuzioni, straordinari non programmati e non retribuiti, progressivo peggioramento delle condizioni lavorative, aumento costante dei carichi di lavoro, riduzione degli organici, progressivo aumento della concentrazione di risorse nella mani di pochi a scapito della maggioranza dei lavoratori e delle piccole organizzazioni.
Il Coordinamento aderisce allo sciopero generale di venerdì 6 Maggio per presentarsi a livello territoriale, per entrare in contatto con le altre parti sociali in lotta a livello locale e per rivendicare:
Il riconoscimento dello status di lavoratori prima ancora che "operatori"
La puntualità nelle retribuzioni e l'aumento dei salari
La riduzione del tempo di lavoro in favore del tempo di vita
Il puntuale trasferimento delle risorse finanziarie dalle Amministrazioni Pubbliche agli enti attuatori
Salario per tutti i disoccupati
Scioperi generalizzati e permanenti supportati da piattaforme che attacchino con forza le misere condizioni a cui lavoratori e disoccupati sono sottoposti
Il Coordinamento intende diventare uno spazio permanente per le rivendicazioni di lavoratori e lavoratrici, di precari, di disoccupati, inoccupati e inoccupabili, al fine di condividere e costruire strumenti e strategie di lotta e di attacco a questo stato di cose.

E-mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
Blog: http://coordinamentoterzosettore.wordpress.com
Facebook: coordinamento lavoratori terzo settore
Per info su lotte in corso: www.chicago86.org

Share |
e-max.it: your social media marketing partner
You are here: Lotte in corso Italia Puglia Volantino coord. Bari per lo sciopero del 6 Maggio

News lotte in corso

News dal ventre della balena

News feedback